2020 1 Dollaro Innovazioni Tele phone Massachusetts USA

Tele-phone – 1 $ Innovazioni

Acquistalo subito sul nostro sito

La moneta American Innovation da 1 $ che rappresenta il Massachusetts celebra l’invenzione del telefono (Tele-phone).

Il 7 marzo 1876, Alexander Graham Bell, residente a Boston, pronunciò queste parole ormai famose in un dispositivo che inventò per trasmettere la voce umana: “Mr. Watson, vieni qui, voglio vederti. ” L’assistente di Bell Thomas Watson, nella stanza accanto, ricevette il messaggio e la comunicazione cambiò per sempre. Bell ha ottenuto il brevetto per il suo telefono e l’impatto della sua invenzione continua a farsi sentire in tutto il mondo.

I precursori

I primi tentativi di realizzare una trasmissione a distanza del suono erano basati sul trasporto delle onde sonore attraverso l’aria, piuttosto che tramite segnali elettrici generati dalla voce. Secondo una lettera pubblicata sulla Gazzetta di Pechino, nel 968, l’inventore cinese Kung-Foo-Whing inventò il thumstein, che probabilmente trasportava la voce attraverso dei tubi.

L’invenzione del telefono elettrico è ufficialmente attribuita al fiorentino Antonio Meucci (in seguito alle ricerche di Basilio Catania) che nel 1871 dimostrò il funzionamento del suo apparecchio che chiamò “telettrofono”.

La storia controversa

Il primato sembra spettare però ad un valdostano, Innocenzo Manzetti, che riuscì a realizzare un apparecchio elettrico in grado di comunicare a distanza già intorno la metà dell’Ottocento. Ciò catturò l’attenzione dei giornali anche esteri, ma senza riuscire a diffondere ulteriormente l’invenzione basata sull’induzione elettromagnetica. Innocenzo Manzetti, come riportano numerose testimonianze dell’epoca, riuscì a realizzare un apparecchio elettrico in grado di comunicare a distanza. Questo apparecchio utilizza il principio di induzione elettromagnetica, mentre il primo dispositivo di Meucci consisteva in due fili attorcigliati e stretti tra i denti. Meucci, avuta notizia dai giornali, scrisse a Manzetti parlando di idee simili.

Manzetti morì a 52 anni nel 1877, un anno dopo la prima attribuzione a Bell dell’invenzione del telefono (Tele-phone). Tutti i suoi prodotti scientifici (bussole, barometri, termometri ed il prototipo del “téléphone”) vennero ceduti dalla moglie Maria Rosa Anzola, con atto notarile del 7 febbraio 1880, a due viaggiatori americani. Essi sono Max Meyer, uomo d’affari, e Horace H. Eldred che si scoprì essere direttore dei telegrafi di New York.

Nel 1860 Johann Philipp Reis presentò una macchina per la trasmissione elettronica di suoni musicali tramite una barretta vibrante sotto l’influenza di un campo elettromagnetico. Johann Philipp Reis chiamò l’invenzione “Telefono di Reis”.

L’innovazione

Elisha Gray inventò il Tele-phone indipendentemente e ne diede dimostrazione nel 1876, ma due ore prima che presentasse la richiesta di brevetto, Alexander Graham Bell presentò la sua (anche se il progetto da lui proposto non funzionava). Come risultato, soprattutto negli Stati Uniti e Canada, l’accredito dell’invenzione fu a favore di Alexander Graham Bell. Nel 1871 Meucci aveva presentato un brevetto provvisorio, da rinnovarsi annualmente al costo di 10 dollari, ma aveva potuto rinnovarlo solo fino al 1873, non potendosi permettere la cifra di 200 dollari per il brevetto definitivo.

Risvolti recenti

Una risoluzione approvata dalla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America l’11 giugno 2002 ha chiesto di riconoscere il lavoro e i contributi di Meucci verso l’invenzione del telefono, pur non accreditandolo ufficialmente come inventore. Numerose enciclopedie, soprattutto italiane, accreditano Meucci come l’inventore del telefono, anche se l’opinione maggioritaria internazionale non gli riconosce questo merito.

Caratteristiche della moneta

Il dritto della moneta propone una rappresentazione della Statua della Libertà di profilo.
Il rovescio raffigura il quadrante di un primo telefono con linea rotante. Le iscrizioni sono “UNITED STATES OF AMERICA”, “MASSACHUSETTS” e “TELE-PHONE”.
L’anno di conio, il segno di zecca e l’iscrizione “E PLURIBUS UNUM” sono incisi sul bordo delle monete.

SERVIZIO NOVITÀ IN ABBONAMENTO

Abbonati alle nuove emissioni numismatiche dell’area italiana, dell’Eurozona, alle once in argento o alle monete americane, e prosegui la tua collezione con la serenità di assicurarti ogni emissione, senza ansie e timori di lasciarti sfuggire il miglior primo prezzo. Chiedici informazioni per un abbonamento alle nuove emissioni di monete, non perderti nessun pezzo per la tua collezione!
Potrai inoltre godere degli sconti e delle offerte esclusive riservate agli abbonati, nonché personalizzare l’abbonamento a tuo piacimento.
Chiamaci senza impegno al numero 02-28093936 o scrivi una e-mail info@rccollezionismo.it con oggetto “Contattami per abbonamento”, ti daremo tutte le informazioni che desideri.

Menu